Aromi alimentari cosa sono e dove comprarli

Share

Aromi alimentari : essenze e paste !

Gli aromi alimentari sono dei prodotti fondamentali nella pasticceria, la loro principale caratteristica è quella di dare il gusto e la fragranza a un determinato alimento o composto naturale.
Sono fondamentali perché se prendiamo come esempio una classica torta alle mele aggiungendo qualche goccia di aroma alla cannella nel vostro impasto, cambierà totalmente il risultato, donando alla torta un gusto strepitoso.

Che differenza c’è tra “aromi” e “aromi naturali”?

Oltre all’utilizzo alimentare gli aromi sono utilizzati anche in altri ambiti come nell’industria cosmetica o del tabacco. 
La normativa Europea sugli aromi alimentari identifica 3 categorie di aromi:

    • aromi natural
    • aromi natural-identici
    • aromi artificiali

Aromi naturali o essenza

Sono estratti da prodotti naturali come frutti o fiori, che a volte possono essere differenti dal prodotto finale.
Sono i più costosi ma anche quelli che si deteriorano prima, per questo motivo sono i meno utilizzati.

Aromi per svapo : sigaretta elettronica

I liquidi per sigaretta elettronica sono fatti con aromi a base glicole, se i tuoi aromi sono fatti con questa base puoi usarli anche per la sigaretta.

Aromi artificiali

Vengo ottenuti tramite procedimenti chimici e contengono alte quantità di alcool, il loro gusto risulta molto più forte, un esempio è l’etilvanillina.

Aromi artificiali natural-identici 

Quest’ultimi pure se sono di origine artificiale sono quasi uguali agli aromi naturali.
Nell’industria alimentare sono quelli che hanno più seguito per via del loro gusto pressoché identico all’originale, i costi ridotti e la possibilità di una lunga conservazione.
Un esempio di aromi natural-identici è la vanillina, che rispetto all’etilvanillina è meno potente, ma a livello organolettico riconduce molto di più al gusto della vaniglia.

Qual’è la differenza tra essenza e olio essenziale?

Quando parliamo di essenza normalmente si fa riferimento ai costituenti presenti nei frutti, mentre quando parliamo di oli essenziali intendiamo gli stessi gruppi di sostanze ma estratte da fiori, foglie o cortecce.
La vera differenza però sta nelle tecniche di produzione, infatti a parte questo i 2 termini posso essere considerati sinonimi.
Per le essenze useremo una tecnica di spremitura a freddo, mentre per gli oli essenziali normalmente si una la distillazione in corrente di vapore.
Esiste anche un metodo per estrarre i principi attivi tramite un processo di enfleurage con solventi, in questo caso di parla di oli assoluti.

Com’è fatto un aroma per dolce?

Per la creazione di un aroma ogni ingrediente, che siano fragole, cioccolato o caffè ha un determinato numero di molecole che le industrie specializzare vanno ad estrarre per creare combinazioni di esse. Il risultato finale è un dolce che può contenere una media 30 molecole che tra loro combinate creano le note aromatiche.
Queste combinazioni sono molteplici e permetto di creare infinite combinazioni.

Dove posso trovare gli aromi alimentari? 

aromi per dolci : dove comprarli e come utilizzarli?

Puoi acquistare gli aromi sul nostro shop , clicca qui !

aroma per dolci gusto panettone

In Italia abbiamo un eccellenza in questo settore, sia livello industriale che artigianale, che va dalla ricerca delle migliori materie prime a quella delle tecniche più evolute.

Che marca sono i nostri aromi?

I nostri aromi sono prodotti dall’azienda italiana  AromiItalia, azienda leader nel settore sia nazionale che internazionale. 

Produce gli aromi scelti dei migliori pasticceri, ma anche tu puoi provare un prodotto di altissimo livello passando dal nostro shop online.

Sono disponibili piu’ di 80 gusti e essenze, a base glicole sono pronti in pratiche bottigliette scure che ne preservano le caratteristiche organolettiche.

Come si dosano gli aromi? 

aroma per dolci gusto mandarino

gli aromi alimentari fanno male?

Gli aromi hanno quasi tutti dosaggio 1 x 400 , cioè una goccia per 400 grammi o ml di impasto, crema etc.

Non fanno male, noi tutti li ingeriamo in moltissimi alimenti, importante è non berli puri o eccedere con le dosi.

Sono molto persistenti, e se ne consiglia l’uso in qualsiasi preparato.

Autore dell'articolo: Tutto Pasticceria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *